Codice Deontologico - Siac Europa

Cerca Notizia 
Vai ai contenuti

Menu principale:

 
CODICE DEONTOLOGICO
DI AUTOREGOLAMENTAZIONE PER I PROFESSIONISTI CIRCENSI, DELLO SPETTACOLO DAL VIVO
E I DETENTORI DI ANIMALI IN CATTIVITA’
Roma, marzo 2012

Sommario

- PROPONENTE

- MINISTERI COMPETENTI

- PREMESSO IN FATTO

- NORMATIVA VIGENTE (LEGISLAZIONE ITALIANA ED EUROPEA – Direttive e Regolamenti)

- PROVVEDIMENTI AUSPICABILI COLLEGATI FUNZIONALMENTE ALLA PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA

- CODICE DEONTOLOGICO E DI AUTOREGOLAMENTAZIONE PER I PROFESSIONISTI CIRCENSI, DELLO SPETTACOLO DAL VIVO E I DETENTORI DI ANIMALI IN CATTIVITA’

TITOLO I - AMBITO OPERATIVO
1. Finalità e scopi istituzionali
2. Giurisdizione e territorio
3. Definizione e inquadramento dei soggetti professionali
4. Sicurezza e prevenzione degli incidenti sui luoghi di lavoro

TITOLO I I - SALUTE DEGLI ANIMALI
1. Qualità di vita degli animali al di fuori dell’attività di addestramento
2. Trattamenti sanitari
3. Condizioni di sicurezza e benessere nel trasporto

TITOLO III - LAVORARE CON GLI ANIMALI
1. Addestramento
2. Modalità di esibizione
3. Rapporto ed interazione con il pubblico

TITOLO IV - CARATTERISTICHE TECNICO PROFESSIONALI DEGLI ADDESTRATORI, CONDUTTORI E ADDETTI AGLI ANIMALI
1. Scuola Professionale di Abilitazione
2. Commissione Amministrativa
3. Certificato e Attestato professionale da parte del Prefetto

TITOLO V - PROFILI GIURIDICO AMMINISTRATIVI
1. Conservazione della documentazione
2. Applicazione e osservanza delle norme
3. Sanzioni

Resta aggiornato


ricevi le news del siac europa
 
Proponente:

GAETANO MONTICO
nato a Taio (TN) il 19 gennaio 1946, residente in Latina, Strada Acque Alte km. 0,500


nella qualità di:

- Presidente SIAC EUROPA sindacato addestratori e detentori animali nati in cattività

- Vicepresidente della F.I.S.V. (Federazione Italiana Spettacolo Viaggiante)


Ministeri competenti ai quali è inoltrata la proposta:

Ministero dell’Ambiente e della Tutela della Natura

Ministero dell’Interno

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero della Salute


Premesso in fatto

“L’obiettivo della proposta è quello di fornire un codice deontologico di autoregolamentazione rivolto ai professionisti del settore sul trattamento e il benessere degli animali, quali attori protagonisti dello spettacolo circense e dal vivo, nel rispetto della lunga tradizione del circo classico, parte integrante del patrimonio tradizionale del nostro paese.
Un serio regolamento basato su standard internazionalmente condivisi, quali sono quelli recepiti nelle direttive europee vigenti, unitamente a un sistema di autorizzazione di tutti gli operatori coinvolti, di una periodica ispezione e visita degli animali non addomesticati da parte di specialisti qualificati, oltre all’applicazione rigida delle regole, può contribuire a garantire un elevata qualità nella cura degli animali. Contestualmente è possibile valorizzare, avvalendosi di questa metodologia operativa, la formula artistica del circo classico e dello spettacolo dal vivo, promuovendone le componenti sociali, culturali e di aggregazione tra i popoli nel solco della migliore tradizione europea”

Normativa vigente

Legislazione italiana di riferimento:

- Legge 18 marzo 1968, n. 337 “Disposizioni sui circhi equestri e sullo spettacolo viaggiante”
Art.1: “Lo Stato riconosce la funzione sociale dei circhi equestri e dello spettacolo viaggiante. Pertanto sostiene
il consolidamento e lo sviluppo del settore”

- Decreto e Circolari applicabili con interpretazione analogica ed estensiva alla materia oggetto della proposta:

- Decreto Interministeriale del 19 aprile 1996, emanato in attuazione dell’art. 6, della legge 07.02.1992, n. 150 e successive modificazioni ed integrazioni, relativo all’elenco delle specie animali, che posso costituire peri colo per la salute e l’incolumità pubblica e di cui è proibita la detenzione, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 232 del 3 ottobre 1996;

- Circolare del Ministero dell’Interno n. 559/C.22720.10089.G(27) del 7 maggio 1997, con la quale sono state diramate le direttive concernenti la verifica dell’idoneità delle strutture di custodia, prevista dal 3° comma dell’articolo 6 della legge 07.02, 1992, n. 150;

- Circolare del Ministero dell’Interno n. 559/C. 15515.10089.G(27) del 30 luglio 1998.

- Autorizzazioni Amministrative:

- Acquisizione parere delle singole Commissioni provinciali di vigilanza sul territorio competenti sui locali di pubblico spettacolo.

Legislazione europea:

- Regolamento (CE) N. 338/97 del CONSIGLIO DELL’UNIONE EUROPEA del 9 dicembre 1996 relativo alla protezione di specie, della flora e delle fauna selvatiche mediante il controllo del loro commercio;

- Regolamento (CE) N. 1774/2002 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 3 ottobre 2002 recante norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale non destinati al consumo umano;

- Regolamento (CE) N. 1/2005 del CONSIGLIO del 22 dicembre 2004 “sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate che modifica le direttive 64/432/CEE e 93/119 CE e il regolamento (CE) n.1255/97”;

- Regolamento (CE) N. 1739/2005 della COMMISSIONE del 21 ottobre 2005 “che stabilisce norme sanitarie per la circolazione degli animali da circo tra gli Stati membri”.

Provvedimenti auspicabili collegati funzionalmente alla presentazione della proposta

a) Pubblicazione decreto che riconosca efficacia esecutiva alle norme introdotte dal codice;

b) Recepimento standard europei indicati nelle direttive citate.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu